«Sgt, pochi contributi e tante spese: così non ce la facciamo» - Cronaca

«Sgt, pochi contributi e tante spese: così non ce la facciamo» Il presidente Pastor lancia l’allarme sullo squilibrio di bilancio e si appella alla Regione assieme alla goriziana Ugg

sgt ginnastica sport di Giuseppe Palladini

ugg Un appello a due voci, alla presenza dei sindaci di Trieste e Gorizia e di alcuni politici, per dare più corpo all’allarme sulle rispettive situazioni finanziarie. Sarà quello che a breve lanceranno assieme, a Trieste, due gloriose società sportive regionali, la Ginnastica Triestina e l’Unione Ginnastica Goriziana. «I nostri problemi di bilancio - spiega il presidente della Sgt, Federico Pastor - sono identici a quelli della società goriziana, con cui intratteniamo rapporti di vecchia data. Nonostante gli sforzi per far quadrare i conti la gestione delle nostre società è infatti particolarmente onerosa».

ugg La Sgt, per capirsi, ha una struttura immobiliare importante, 5.500 metri quadri coperti, che richiede manutenzioni continue, e in certi casi (come il rifacimento del tetto) impreviste e molto onerose. E poi ci sono da pagare gli stipendi di 43 dipendenti, fra insegnanti e personale amministrativo.

ugg I tagli già effettuati non sono da poco: paghe degli istruttori ridotte del 15%, dimezzate le spese per le trasferte di tutte le sezioni. Di recente la società ha chiesto un contributo ai genitori delle atlete per le trasferte delle squadre di basket “under 17” e “under 19” alle finali nazionali (in palio i titoli italiani) di maggio.

ugg Il mandato di Pastor e del direttivo è scaduto a metà dicembre, ma il presidente “in prorogatio” vuol cercare di risolvere in tutti i modi la situazione di bilancio prima dell’assemblea di maggio. Un quadro decisamente difficile, nonostante i ricavi delle quote dei soci e degli iscritti ai corsi abbiano generato nel 2013 entrate per 528mila euro.

ugg «Vogliamo sensibilizzare gli enti pubblici, in particolare la Regione - spiega Pastor - su una situazione che desta un po’ di allarme. Con le risorse che entrano non riusciamo a compensare i costi. Per fare qualche esempio, lo scorso anno la manutenzione ordinaria è costata 19 mila euro, e altri 50 mila se ne sono andati solo per luce, acqua e gas».

ugg Nel suo mandato Pastor è riuscito a trovare diversi sponsor, in particolare nell’annata 2012-2013, quando sono arrivati 19 mila euro e altri 34mila per le manifestazioni dei 150 anni. Nel bilancio in corso sono iscritti poi 55mila euro, tutti giunti da sponsor friulani...

Ma queste cifre non bastano. «Se potessimo ricevere 70-80mila euro all’anno dalla Regione, la gestione sarebbe più serena», sottolinea il presidente, che precisa di non voler fare polemiche ma di rivolgere solo una critica costruttiva alla giunta Serracchiani, che nell’ultima finanziaria ha azzerato i contributi per lo sport. E ciò a fronte di cifre, assegnate sempre dalla Regione, che negli anni scorsi variavano dai 25 ai 50mila euro. Restando in tema di finanziamenti, Pastor si rammarica poi per l’«insensibilità» della Fondazione CRTrieste. «Nonostante svariate richieste - precisa - dal 2011 non ci è stato dato alcun aiuto».

Sull’attuale squilibrio di bilancio, accumulato in gran padurante le precedenti gestioni, pesano anche uscite per 37mila euro annui. Soldi che se ne vanno per pagare un mutuo acceso nel 2007 (durata 15 anni) proprio per ripianare i debiti. Solo questo mutuo in cinque anni si è “mangiato” 180 mila euro. Per poter continuare a pagare 37mila euro all’anno, l’attività dovrebbe generare utili. Ma la Sgt non ha fini di lucro...

In questo quadro non va dimenticato l’aspetto sociale. «La società non fa solo sport - rimarca il presidente -. Diamo anche un servizio alla comunità, togliendo molti ragazzi dalla strada e permettendo loro di svolgere un’attività multidisciplinare con istruttori qualificati».

Con questa situazione finanzaria la Sgt non può però impegnarsi per il futuro. Il presidente regionale del Coni, Giorgio Brandolin, è già stato informato. Ora i vertici della società attendono una risposta delle istituzioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

13 aprile 2014 Lascia un commento